skip to Main Content

Il nostro sorriso è come un biglietto da visita che presentiamo a chi ci troviamo di fronte e che fornisce una prima impressione di noi stessi; è importante nella nostra quotidianità, per il nostro benessere e per la nostra autostima. Un bel sorriso, luminoso e proporzionato, si riflette anche sulla bellezza generale del nostro viso. Quando sorridiamo con disinvoltura riusciamo a trasmettere un’immagine positiva di noi stessi e di fiducia.
L’estetica dentale (o anche estetica del sorriso) è fondamentale per dare naturalezza al sorriso.

La bellezza di un sorriso non è soggettiva ma deve rispettare regole estetiche precise

La bellezza di un sorriso dipende molto dalla nostra percezione: possiamo vedere un sorriso gradevole e armonioso, che ci trasmette positività, oppure un sorriso che presenta alcuni difetti e inestetismi che rendono la persona meno disinvolta nella comunicazione.
In realtà l’aspetto estetico di un sorriso ma rispetta alcuni parametri di bellezza come forma, colore, simmetria, distanza rispetto a labbra e gengive.

L’estetica dentale ha l’obiettivo di ripristinare la bellezza naturale del sorriso.

Un dentista specializzato in estetica dentale si occupa dell’aspetto estetico dei denti ed esegue trattamenti mirati a correggere le imperfezioni, sia nelle situazioni più gravi, come la gengivite, la presenza di fratture o la mancanza di denti, sia in casi più semplici, come quando si presentano degli spazi fra i denti o difetti del colore dei denti.

Regole di estetica dentale: i parametri e gli elementi del sorriso perfetto

Secondo l’estetica dentale il sorriso deve essere bello, armonioso e deve ci comunicarci positività.
Gli elementi che rendono un sorriso perfetto sono:

Estetica dentale: la curva di un sorriso perfetto

Quando sorridiamo solleviamo gli angoli delle labbra e i denti devono seguire questi angoli.
L’estetica dentale individua anche la curva che il bordo dei denti deve avere per essere piacevole e naturale: la linea creata dal bordo dei denti superiori deve avere un andamento che segue il labbro inferiore, con una curva concava rivolta verso l’alto. Il rapporto tra i denti e le labbra è corretto quando la posizione delle arcate dentarie non è troppo in alto o troppo in basso rispetto alle labbra.

La curva ideale del sorriso è rivolta verso l’alto

Immaginando di tracciare una linea tra i denti superiori e quelli inferiori, se si tratta di una curva rivolta verso l’alto percepiamo il sorriso come gradevole, simpatico e comunicativo.

I problemi di una curva del sorriso rivolta verso il basso

Se l’arco del sorriso guarda verso il basso risulta più sgradevole. Quando lo guardiamo abbiamo un’impressione generale negativa e stonata, anche nel caso in cui le estremità delle labbra siano rivolte correttamente verso l’alto.

Estetica dentale: il rapporto tra gengive e labbra in un bel sorriso

Tra le regole dettate dall’estetica dentale c’è anche la relazione tra i denti, le gengive e le labbra.
Per avere un bel sorriso si devono vedere correttamente denti, in particolare quelli dell’arcata superiore; tuttavia, le gengive dovrebbero restare nascoste dalle labbra, essere simmetriche e avere la stessa altezza: i due incisivi e i due canini devono aver l’arco gengivale alto, mentre i due laterali devono avere l’arco gengivale più basso.

Sorriso coperto

Si tratta di un sorriso tipo degli uomini e meno presente nelle donne. Si può notare quando il labbro superiore è più lungo e copre la parte più alta dei denti, lasciando visibile solo la parte finale. Il nostro sguardo percepisce il sorriso coperto dal labbro come imperfetto perchè i denti superiori, soprattutto se sono simmetrici e proporzionati, restano troppo nascosti.

Sorriso gengivale

Quando il labbro superiore non copre le gengive siamo di fronte a un sorriso gengivale, detto anche “gummy smile”. Questo può creare problemi anche negli interventi di estetica dentale: le ricostruzioni o ceramiche rischiano di lasciare scoperta la parte alta dell’inserzione, più soggetta a deterioramento.

Sorriso armonioso

Un sorriso appare bello ed esteticamente corretto quando le gengive restano nascoste dietro le labbra o sono poco visibili. L’arcata ben in vista dev’essere quella superiore, mentre quella inferiore dovrebbe restare nascosta.

Estetica dentale: la forma e la simmetria dei denti di un sorriso perfetto

Secondo le regole di estetica dentale la forma dei denti non deve essere disordinata, ci deve essere simmetria tra la parte destra della bocca e la parte sinistra. Le regole generali per avere la forma dei denti perfetta:

  • il canino e l’incisivo devono essere più lunghi
  • i laterali devono essere più corti

Il sorriso si riflette in generale anche sulla bellezza di un viso nel suo insieme. I denti, le labbra, il mento e il naso devono seguire una stessa linea che definisce una simmetria del volto e ce lo fa percepire come più gradevole e proporzionato.

Estetica dentale: cosa può rovinare la forma e la simmetria dei denti?

Esistono alcuni fattori che rendono il sorriso meno proporzionato: possono derivare da nostre abitudini scorrette o da caratteristiche della nostra bocca:

  • dimensioni troppo ridotte della mascella
  • trattamenti dentali eseguiti in modo scorretto
  • forme gravi di gengivite o parodontite
  • traumi della mandibola e della mascella
  • posizionamento errato dell’arcata dentale
  • sovraffollamento dei denti
  • bruxismo, tendenza a digrignare i denti
  • perdita precoce dei denti da latte nei bambini

Estetica dentale: l’importanza del colore dei denti

L’estetica dentale assegna molta importanza anche al colore dei denti. Il colore è definito dai prismi dello smalto che funzionano come minuscole “piastrelle” che, unite insieme, formano lo smalto, ovvero lo strato più esterno del dente. Sono proprio i prismi a riceve le sostanze sbiancanti durante un trattamento di sbiancamento dei denti.
La principale causa di discromie dentali è il colore scuro di uno o più denti: questo è dovuto all’accumularsi di placca e tartaro che con il tempo intaccano lo smalto e lo rendono più sottile. La soluzione migliore per prevenire l’usura dei denti è l’igiene orale costante ed efficace.

Estetica dentale: le cause principali di ingiallimento dei denti

Tra i fattori che possono macchiare e rendere più scuri i denti, e quindi meno gradevole il nostro sorriso, ci sono il fumo, il consumo prolungato nel tempo di bevande pigmentanti come tè, caffè, vino rosso e bibite gasati. Anche la scarsa igiene orale e l’invecchiamento portano alla perdita dell’aspetto luminoso, brillante e naturale dei denti.

Articolo del 12 febbraio 2020 – Antonella Udeschini, medico odontoiatra specialista in estetica conservativa

Casi di interventi non invasivi per migliorare l’estetica dentale

Alcuni casi di esempio di interventi eseguiti dalla dottoressa Udeschini per migliorare l’aspetto del sorriso e correggere la forma e il colore dei denti, in modo naturale e non invasivo.

Il problema: brutte ricostruzioni degli incisivi e gengive ad altezze diverse.
La soluzione: gengivectomie, rimodellamento e ricostruzione delle gengive.
Il problema: incisivi piccoli con grave diastema (spazio tra i denti)
La soluzione: rimodellamento e adddictionals sugli incisivi.
Il problema: mancanza dei lateriali; denti troppo distanziati e macchiati.
La soluzione: sbiancamento e addictionals su tutto il gruppo incisivo.
Il problema: incisivi discromici e sventagliati.
La soluzione: rimodellamento incisivi e addictionals su entrambi.
Il problema: gravissimo sventagliamento con carie del gruppo anteriore. La soluzione: sbiancamento, otturazioni e rimodellamento dell'arcata superiore.
Il problema: sorriso sgraziato e macchiato con canini appuntiti.
La soluzione: sbiancamento addictionals sui canini, rimodellamento dell'arcata superiore e otturazioni estetiche.